Ti stai chiedendo Snapchat a cosa serve? Io ti rigiro la domanda e chiedo “a cosa servono Facebook? Instagram, Twitter?” e potrei andare avanti per molto citandoti altri strumenti per comunicare

Ecco cos’è Snapchat: uno strumento come lo è qualsiasi altro social per comunicare, per tenersi in contatto con gli amici o conoscere persone nuove. Certo, non possiamo ignorare che la nuova piattaforma del fantasmino ha una logica completamente diversa rispetto ai concorrenti, una user interface rivoluzionaria e all’interno della community sono nati dei linguaggi e dei modi di comunicare nuovi. Ecco perché possiamo dire con fermezza che Snapchat ha rivoluzionato il mondo dei social E, come spesso accade, ci si focalizza troppo sul mezzo tecnico non capendo il messaggio e i modi di comunicare che hanno.

Ma andiamo con ordine, vediamo prima da dove nasce e come lo si utilizza.

Dove nasce Snapchat

Per un progetto da svolgere alla Stanford University, nel 2011 tre studenti della Stanford University, per un progetto in classe, lanciano un’applicazione che inizialmente si chiamava Pictaboo e che permetteva essenzialmente di inviare immagini con una scadenza. Da quando fu lanciata l’applicazione ufficiale (estate 2011) la crescita fu vertiginosa. E oggi è il social con maggiore crescita negli utili anni.

Il successo di Snapchat cosa è dovuto?

Tanti sono i motivi che decretano il successo di una startup di questo tipo. Personalmente credo che il 90% della buona riuscita di un progetto sia il team che ci lavora; non dimentichiamo che Facebook è diventato il più grande social proprio grazie al suo management che è riuscito a monetizzare la startup e a portare innovazione nel panorama mondiale.

Detto ciò, i punti che hanno maggiormente contribuito al successo di Snapchat sono fondamentalmente 2:

  • si è concentrata su poche funzioni, fatte bene con l’utente
  • si è rivolta dal subito ad un pubblico più giovane

lenti Snapchat

Lo sviluppo dell’applicazione ha concentrato le maggiori attenzioni sulla User Experience, rispetto ai social network concorrenti, spesso concentrati ad aggiungere funzionalità e strumenti nuovi ai loro servizi. Snapchat si è concentrato a fare una cosa fatta bene: inviare messaggi e video che svaniscono.

Per quanto riguarda i giovani è una cosa risaputa: sono sempre i primi a provare piattaforma nuove, sono gli early adopter, si adattano facilmente alle novità e sono quelli che lasciano una zona di confort per provare cose nuove.
Mia madre che a fatica ha capito come usare – il 2% di – Facebook, mai si sognerebbe di provare una piattaforma nuova e così visuale come Snapchat.

Perché le persone usano Snapchat?

Alla domanda “perché le persone usano Snapchat” il co-fondatore Evan Spiegel fornisce una risposta che può risultare semplicistica, ma che in realtà racchiude in sé tutta la filosofia che sta dietro all’applicazione: “I think the popularity of the service has been a surprise to everyone. We’ve found that once you try it with a couple friends it’s immediately clear why it’s fun to use”.
Il co-fondatore in pratica dice che non sa bene nessuno il perché, Snapchat è una scoperta divertente che rapidamente può far innamorare l’utente del mezzo, senza che si renda conto di quali siano le reali motivazioni.

utilizzo Snapchat

L’utente è catturato da un continuo susseguirsi di video di pochi secondi che rappresentano situazioni e storie di persone che l’utente non conosce di persona – e che forse non conoscerà mai – o dalla possibilità di scambiare messaggi scherzosi con gli amici, che durano pochi secondi.

Questo avviene in un contesto totalmente nuovo rispetto agli altri social, spesso usati come hub dove è possibile trovare un calderone di informazioni, immagini e post di amici, in un’homepage che raccoglie tutto, ordinando i risultati con un algoritmo automatico che decide cosa è meglio far vedere all’utente, in base al suo profilo e alle sue interazioni con la piattaforma.

Ora che hai capito perché le persone usano Snapchat puoi seguire il mio profilo: @giavara 😉

Cosa comunico su Snapchat?

La comunicazione, soprattutto se aziendale, è cosa seria. Va progettata e realizzata all’interno di una strategia. Alcuni consigli rapidi:

  • non pensare a creare degli snap “perfetti”, racconta cosa avviene nella tua vita o nella tua azienda in modo informale
  • sii te stesso e fa in modo che le persone che si occupano della comunicazione sul social utilizzino sempre un linguaggio che sia in linea con i principi e i valori del brand
  • più che creare contenuto, cerca di documentare il backstage aziendale

Se vuoi maggiori spunti per creare il contenuto da pubblicare su Snapchat scriverò a breve un post dedicato a questo argomento importante per chi vuole fare marketing su Snapchat! 😉